1
 
Ricette di aromaterapia
Gli olii essenziali sono ottenuti da piante naturalmente ricche di questi composti oleosi e profumati: pino, lavanda, rosa, limone, basilico, melissa, menta, eucalipto...
2
Gli olii essenziali si definiscono di "origine naturale integrale" quando sono distillati esclusivamente dalla specie botanica dalla quale prendono il nome e non "costruiti" con sostanze chimiche, anche se pure, o addizionati con principi attivi ricavati da altre piante.

Se integralmente puri possono essere anche ingeriti per praticare quella che è la vera "aromaterapia". Sono utili anche in patologie complesse e, in questo caso, solo un medico può condurre questo tipo di terapia. In altri casi, quando si conosca l'assenza di controindicazioni (allergie personali, gravidanza, allattamento, età infantile...), possono essere usati in quelle patologie minori nelle quali una sicura tradizione d'uso ne abbia accertata l'innocuità.

Agli olii essenziali si riconoscono queste proprietà:
- azione antisettica, cicatrizzante, antimicotica
- azione antispasmodica, antimeteorica, digestiva
- attività balsamica (disturbi catarrali)
- attività antiinfiammatoria e risolvente: uso esterno in balsami, linimenti, olii, bagni (reumatismo, dolori articolari, cellulite)
- azione batteriostatica e battericida verso numerosi germi
- azione stimolante psichica e fisica

In molti casi le azioni dipendono da una caratteristica fondamentale degli oli essenziali: la volatilità, cioè la caratteristica di diffondersi rapidamente, allo stato volatile appunto, negli organi cavi del nostro organismo e principalmente nei polmoni, ma anche nello stomaco, reni e fegato.

Per esempio l'olio essenziale naturale di Rosmarino (Rosmarinus officinalis L., Labiatae) per uso interno, alla dose di 2 gocce in un cucchiaino di zucchero e ingerite tre volte al giorno, è un tonico generale della circolazione e del sistema nervoso. È uno stimolante generale per cui è indicato nel superlavoro (aumenta la memoria) e nelle malattie stressanti; è anche il tonico delle persone anziane perché dà energia e diminuisce la sensazione di stanchezza.

L'olio essenziale di rosmarino è di notevole aiuto nelle disfunzioni del fegato: agisce come colagogo, antispastico, diuretico e protegge le cellule epatiche. Infine poichè facilita l'eliminazione dei grassi nocivi lo si definisce come "lipotropo e colestrolico".
Per via esterna, incorporato al 2% in olio di mandorle dolci o basi neutre per creme, è stimolante, antidolorifico e antireumatico: si usa nelle nevralgie, reumatismi, dolori articolari, lombari, emicrania, torcicollo e nei traumatismi.
Un cucchiaio di olio essenziale puro si può versare nell'acqua del bagno per gli stessi scopi. Se volete renderlo idrosolubile per una migliore dispersione, specialmente nella vasca da idromassaggio, in Farmacia potrete acquistare un idoneo solubilizzante.

Uso tradizionale (o meno noto) di alcuni olii essenziali
Alloro: antireumatico
Arancio amaro: palpitazioni cardiache, insonnia
Basilico: affaticamento nervoso, spasmi gastrici nervosi, insonnia
Camomilla: inappetenza, nevralgie facciali, emicrania, depressione
Cipresso: tonico venoso (emorroidi, varicosità), pertosse!
Eucalipto: bronchiti, influenza, affezioni urinarie
Finocchio: potente diuretico,digestivo, antiaerofagico
Lavanda: asma e affezioni respiratorie, emicranie, irritabilità
Limone: antisettico, battericida, antivirale
Melaleuca: antifungino, antisettico generale
Menta: antispasmodico, affaticamento generale, emicrania
Pino: balsamico respiratorio, affezioni urinarie
Rosmarino: astenia, ipercolesterolemia, diuretico, antireumatico
Salvia: antiastenico, disturbi della menopausa, afte e stomatiti
Timo: astenia fisica e psichica, tossi convulsive, antifebbrile
Verbena: sedativo, anti-emicrania
Zenzero: digestivo, antireumatico

Sono disponibili le preparazioni a base di olii essenziali presenti nelle Farmacopee o nei Formulari ufficiali europei. Altre sono riprese dai testi dei più autorevoli specialisti in questa terapeutica (Belaiche, Valnet,Bardeau, Duraffourd, Bouhours, Weiss, Schilcher) o sono formule originali del dott. Chiereghin:
- Inalazioni balsamiche per inalazioni e frizioni
- Frizioni pettorali per lattanti e bambini (esenti da mentolo)
- Pomata al timo per bambini e adulti
- Frizioni antireumatiche
- Olii digestivi
- Gocce contro l'alitosi
- Gocce per la memoria e l'astenia
- Soluzione per la cistite
- Soluzione contro il raffreddore
- Lozione per le micosi
- Lozione antizanzare
- Miscele di oli per massaggio rilassante, linfodrenante; per la cellulite, dolori articolari, la stanchezza, lo sport...
- Crema per il massaggio sportivo prima e dopo gara)

È vasto l'assortimento di olii essenziali purissimi per uso interno o alimentare: ajowan, aneto, angelica, anice stellato (badiana), anice verde, arancio di Calabria, arancio amaro scorze, arancio dolce fiori (Neroli), basilico, Bay St. Thomas, bergamotto, bucco, cajeput, calamo, camomilla, canfora, cannella di Ceylon, carvi, cipolla, cipresso, coriandolo, eucalipto, eugenia (chiodi di garofano), finocchio, gelsomino, geranio Bourbon, ginepro bacche, issopo, lavanda e lavanda assoluta, lemongras di Giava (citronella), limone scorze, macis, maggiorana, mandarino, melaleuca (tea three oil), melissa, vari tipi di Mentha: bianca, piperita, crispa, piemontese; mirto, niauli, noce moscata, origano di Spagna, patchouly, pino, pino marittimo, pino mugo, rosa rossa, rosmarino, salvia, sandalo, santoreggia, sassofrasso, senape, serpillo, timo bianco e rosso, thuya, trementina del larice, verbena delle Indie, verbena odorosa, ylang-ylang, zenzero.

Gli "oleoliti" sono preparazioni ottenute dalla macerazione di piante ricche di principi oleosi in olii particolarmente delicati e dermoaffini.

La preparazione preserva tutti i principi attivi presenti nella pianta di origine. Disponiamo di:
- arnica
- bardana
- calendula
- dulcamara
- elicriso
- jojoba
- iperico
- limone 

CONTRATURE MUSCOLARI

PER IL BAGNO:2 gocce di olio essenziale di arancio dolce, 5 di lavanda, 3 di bergamotto sciolte in olio di mandorle o in un bagnoschiuma poco profumato
PER IL MASSAGGIO: 5 gocce di olio ess. di melissa, 5 di mirto, 10 di arancio dolce in 50 ml di olio di arnica o di iperico.

DISTURBI DEL SONNO

PER IL BAGNO:2 gocce di olio ess. di gelsomino, 2 di verbena, 3 di camomilla nel bagnoschiuma neutro.
PER IL MASSAGGIO: 2 gocce di olio ess. di melissa, 5 di lavanda, 5 di rosa in 50 ml di olio di mandorle o jojoba.
NEL DIFFUSORE:5 gtt di legno di cedro, 5 di lavanda 2 gtt di rosa.

TRISTEZZA

INALAZIONE:2 gtt di bergamotto o di basilico in un fazzoletto, respira x qualche minuto.
NEL DIFFUSORE: 4 gtt di basilico, 4 di geranio, 4 di limone.

CELLULITE

NEL BAGNO: 5 gtt di olio ss. di edera, 2 di betulla, 2 di lavanda nel bagnoschiuma neutro.
PER IL MASSAGGIO: 8 gtt di ginepro, 3 di betulla, 8 di cipresso in 50 ml di olio di iperico, anche canforato.
PER I FANGHI: in 100 g di argilla verde ventilata 100 gtt di T.M. di fucus, 5 gtt di ginepro, 5 gtt di cannella, 5 gtt di origano.

DOLORI MESTRUALI

MASSAGGIO: in 50 ml di olio di calendula 5 gtt di mirto, 5 gtt di camomilla, 5 gtt di salvia. Massaggiare pancia (intorno all'ombelico soprattutto) e piedi.

DIGESTIONE DIFFICILE

INALAZIONE:2 gtt di finocchio, 2 gtt di menta pip. in un fazzoletto.

MAL DI TESTA

MASSAGGIO:Sulle tempie 5 gtt di lavanda e 5 gtt di rosmarino diluiti in 20 ml di olio di mandorle.
NEL DIFFUSORE: 5 gtt di lavanda, 5 gtt di verbena, 5 gtt di ylang-ylang.
Presso il nostro reparto potete perciò trovare la più ampia gamma di oli essenziali oltre che ricevere consigli e indicazioni per il loro corretto utilizzo.
COSA SONO GLI OLII ESSENZIALI 
Gli olii essenziali sono sostanze profumate che si trovano nelle diverse parti delle piante (fiori, buccia, frutti, radici e foglie) e in diverse quantità, sotto forma di piccolissime gocce oleose. Alle piante servono per assicurarsi la riproduzione (attirando gli insetti), per la difesa contro i microrganismi (funghi), per comunicare con l'ambiente e infine per il loro metabolismo.
Essi contengono tutti i caratteri distintivi di una specie e ne rappresentano quindi l'anima.
Il loro significato per noi esseri umani è anche quello di offrirci un ponte verso il cosmo, poiché la pianta è l'unico essere vivente che trasforma la luce in energia (fotosintesi). Usando le essenze, assorbiamo l'energia vitale delle piante e la loro vibrazione all'interno dell'universo ci può aiutare ad armonizzarci con esso.
Gli o.e. sono sostanze fortemente concentrate, che non devono mai essere usate pure, a parte rarissime eccezioni (lavanda, menta, melissa, rosa), per non andare incontro a irritazioni, anche gravi, della pelle e delle mucose.
Gli o.e. sono volatili, si conservano in bottiglie scure e al fresco, lasciando aperti i flaconi il meno possibile. Le essenze di agrumi si conservano meno delle altre (circa un anno e mezzo) e possono provocare casi di allergia o macchie solari.
Tutte le essenze sono antisettiche e disinfettanti, alcune sono antivirali come l'eucaliptus, altre hanno un effetto di stimolazione sulla produzione di ormoni: ad esempio il finocchio è galattogeno, la lavanda è adatta per la pressione e il pompelmo stimola i succhi gastrici, la salvia ha azione estrogena.
Poiché le essenze oltrepassano facilmente la barriera della pelle, portano con loro anche le tracce dei solventi e dei conservanti, perciò bisogna usare prodotti di supporto di ottima qualità (oli grassi pressati a freddo e senza conservanti). L'uso degli o.e. è facilmente combinabile con tutte le altre formeterapeutiche, facendo solo attenzione con l'omeopatia, in quanto gli o.e. di camomilla, canfora e menta sono antagonisti dei rimedi omeopatici.
METODI DI IMPIEGO DEGLI OLII ESSENZIALI IN AROMATERAPIA
- Tramite olfatto (lampada per aromi)
L'olfatto è il senso dell'uomo più sviluppato. Nei neonati e nei bambini è ancora molto sensibile, ma nell'età adulta viene sovente dimenticato, anche se siamo continuamente stimolati da odori.
L'organo olfattivo vero e proprio si trova in cima alla cavità nasale, diviso dall'ambiente esterno solo dall'etmoide, un sottile strato osseo con innumerevoli forellini, simili a un setaccio. L'organo olfattivo è una proiezione esterna del cervello.
La mucosa nasale occupa da entrambe le parti del naso una superficie di circa un cm quadrato, comprendente 100 milioni di cellule nervose ciascuna. Ogni cellula ha 5-8 peli vibranti, che fungono da sensori per ogni informazione odorosa, reagendo alle molecole profumate che si trovano nell'aria.
Il nostro olfatto riesce a percepire 2 miliardesimi di grammo di vaniglia in un cm cubo di aria!
L'informazione olfattiva raggiunge direttamente il cervello, o più precisamente il sistema limbico, tramite il canale olfattivo.
Il limbo è considerato nella storia dell'evoluzione la parte più antica del cervello e funge da centrale di comando per le reazioni emozionali, la creatività, i ricordi, la sessualità, ecc.
Presiede inoltre alla regolazione di tutte le funzioni neurovegetative (circolazione del sangue, digestione, respirazione e produzione ormonale). In questo modo è possibile influenzare sottilmente le nostre funzioni, senza alcuna censura da parte della sfera razionale. Ricerche di laboratorio hanno dimostrato l'esattezza di queste affermazioni relative all'azione particolare degli o.e.
Gli oli rilassanti (melissa, lavanda) o quelli per la meditazione provocano un rallentamento delle onde cerebrali, mentre gli agrumi un aumento della loro velocità. L'azione degli o.e. continua anche dopo che il senso dell'olfatto perde la sua capacità percettiva, il che avviene dopo circa 15 minuti di intensa attività e vengono inoltre liberate endorfine, adrenalina ed encefalina.
- Tramite contatto con la pelle (bagni o massaggi)
Gli o.e. hanno un peso molecolare molto basso e possono perciò oltrepassare facilmente la barriera della pelle. Raggiungono quindi il tessuto connettivo, la linfa, la muscolatura, la circolazione sanguigna e da qui gli organi coi quali hanno una connessione. Già dopo 25 minuti dall'applicazione, gli o.e. sono rintracciabili nel sangue.
Questo fatto spiega ad esempio come mai il massaggio del basso ventre con determinati o.e. provoca una decontrazione in caso di dolori mestruali, creando inoltre un effetto riflessogeno sulla parte cutanea interessata.
- Tramite respirazione (lampada per aromi e inalazioni)
Con l'inalazione, gli o.e. raggiungono i bronchi, gli alveoli polmonari, i capillari che qui si trovano numerosissimi e da qui di nuovo il sistema sanguigno e gli organi interessati.
- Tramite assunzione per via orale (sconsigliata perchè richiede grande esperienza)
Oggi l'uso degli o.e. è indicato solo in casi specifici e poco comuni. Come i cibi, gli o.e. raggiungono lo stomaco e l'intestino tenue, dove avviene un assorbimento parziale e un successivo trasporto agli organi da parte del sangue. Il resto raggiunge vescica e intestino crasso dove viene eliminato. Dalla bocca si ha comunque anche una comunicazione con il naso, che riporta agli effetti descritti al primo punto.
L'eliminazione degli o.e. avviene anche attraverso la pelle, i polmoni e le reni.
In questo ambito si colloca l' AROMATOGRAMMA che richiede l'appoggio a laboratori specializzati e una conoscenza approfondita dell'impiego terapeutico.
Miscele profumate di oli essenziali puri
Miscele profumate di oli essenziali puri
Tutte le miscele che presentiamo sono prodotte con oli essenziali puri al 100%, provenienti dalle piante specifiche. La loro composizione mira a profumare gli ambienti, per portare le piante officinali a nostro diretto e intimo contatto. 
L'uso di bruciare sostanze odorose è noto fin dagli albori dell'umanità, il loro utilizzo è sempre stato legato a pratiche spirituali, e, in tempi più recenti anche a fini terapeutici. Diffusori elettrici
I diffusori elettrici rappresentano un sistema moderno per veicolare oli essenziali o altre sostanze che contengano una parte volatile come nel caso della propoli. La funzione può essere quindi sia terapeutica (diffusori Kontak) Lampade per aromi  elettriche e a candela 
 premio Nobel per la medicina fu assegnato, nel 2005 ai due biologi americani Axel e Bruck per i loro studi sui recettori  che permettono i meccanismi neurofisiologici dell’olfatto. Perchè sentiamo gli odori, e quanto sia importante il senso dell’olfatto è ovvio: “annusiamo” un odore che ci avverte, per esempio, se abbiamo lasciato aperto il gas,oppure, se è pronta la cena, oppure, se è nei paraggi una persona che ci piace perchè ha un buon profumo…
Siamo immersi negli odori e gli aromi sono stati anche da sempre considerati dall’uomo degli indicatori importanti nel riconoscimento anche delle piante medicinali. Una delle più affascinanti applicazioni della fitoterapia è infatti  l’aromaterapia. Nell’aromaterapia utilizziamo  gli olii essenziali, (OE)  ossia le sostanze volatili e fortemente odoranti delle piante,  in  tutte le applicazioni in cui si possono impiegare:
topica (massaggi, impacchi, applicazioni pure),
inalatoria (olfattiva, annusando)
orale (per bocca)
Gli olii essenziali vengono estratti di solito tramite distillazione in corrente di vapore, che sfrutta il calore per far sì che la pianta o la parte di essa ricca di aroma ne sprigioni l’essenza. Essendo gli aromi volatili, è necessario subito  raffreddare e contenere in recipienti chiusi ciò che si ottiene dalla separazione chimica dell’olio essenziale dall’acqua. L’olio infatti per sua natura non è solubile in acqua, e se ne separa naturalmente. A questo punto l’olio essenziale viene quindi conservato su basi oleose neutre oppure in parti percentuali di soluzioni idroalcoliche, in glicerina, a seconda del prodotto che si desidera ottenere.
L’aromaterapia è una scienza antichissima: pensiamo ai balsami, ai profumi, agli incensi: alle piante che erano ricche di oli essenziali venivano attribuite doti e qualità terapeutiche importantissime ed oggi stiamo tornando a considerare da un punto di vista davvero sicuro e scientifico tutte le caratteristiche di queste sostanze. Vogliamo  ricordare  il chimico francese René Maurice Gattefossé, che a partire dagli anni venti dello scorso secolo  contribuì alla rinascita dell’interesse per i trattamenti naturali, grazie ai suoi studi sulle proprietà medicinali dell’essenza di lavanda ed alle sue applicazioni ai militari feriti della prima guerra mondiale. Altri due grandi chimici che si occuparono delle applicazioni cliniche dell’aromaterapia moderna furono  Jean Valnet ed il belga Paul Henry.
Volete provare gli oli essenziali? Le proprietà degli oli essenziali sono molteplici, hanno
effetti antibiotici: virostatici, battericidi, fungicidi
effetti rubefacenti o controirritanti;
effetti antispasmodici;
effetti balsamico-espettoranti;
effetti antiflogistici;
effetti carminativi;
effetti repellenti per gli insetti
effetti sul sistema nervoso  centrale  periferico
Quest’ultimo effetto è particolarmente importante qualora l’olio essenziale (OE) venga assunto per bocca. Proprio a causa della entità e pericolosità che può avere questo utilizzo, non solo, ma anche delle interazioni che l’OE potrebbe avere con altri eventuali farmaci o sostanze assunte, consigliamo vivamente di chiedere sempre informazioni e spiegazioni al personale specializzato della nostra Farmacia.
L'Aromaterapia è la terapia che sfrutta le virtù preventive e curative degli oli essenziali. 
Questa metodologia è utilizzata da millenni in Cina, Egitto e Grecia Antica.
Gli oli essenziali sono estratti in maniera 100% naturale attraverso semplice estrazione meccanica (in particolare per gli agrumi) o distillazione a vapore acqueo, di una parte specifica della pianta (fiore, frutto, radice, foglia, corteccia…). Delle 800 000 specie vegetali, solamente dal 10% di esse si possono ottenere delle sostanze. Essi sono molto volatili e lipofili, l'estrema diffusibilità  attraverso la pelle ed i tissuti, conferisce loro una perfetta capacità  di penetrazione che può essere cutanea, orale o respiratoria.
 Questa eccellente capacità  di penetrazione garantisce un alto livello di efficacia. 
L'associazione di differenti oli essenziali, scelti in funzione di obiettivi precisi, permette di agire sinergicamente. Queste formule, che associano differenti oli essenziali, vengono chiamate "pronte all'uso". 
Questa tipologia di prodotti permette di beneficiare dell'azione congiunta di più oli essenziali senza incorrere nel rischio di effetti secondari o errori di dosaggio, grazie alla facilità  di utilizzo ed alla perfetta formulazione galenico olfattiva. L'aromaterapia è la scienza primaria della Farmacia. 


 
 Noleggiamo i seguenti articoli:
 
Letti ortopedici, Sponde ribaltabili, Asta solleva malato, Carrozzine fisse, Carrozzine pieghevoli per adulti, Carrozzine pieghevoli da bambini, Deambulatori, Montascale, Stampelle, Magnetoterapia, 
Ultrasuoni, Tiralatte,
Bilance pesa neonati
Cyclette, Sollevatori idraulici, Aerosol, Asta porta flebo.
 
CHIEDI INFORMAZIONI

FARMACIA TOLSTOJ  VIA TOLSTOI 17 20146 MILANO P.IVA 09278610969
  Site Map